NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Studio Vincenzo Vargiu

La messa al bando dell’utilizzo delle fibre naturali di amianto con la Legge 257/92,  gli operatori addetti alle lavorazioni dei prodotti contenenti asbesto o alla bonifica degli ambienti in cui è stato applicato, risultano professionalmente esposti.
Pertanto, secondo quanto previsto dalTitolo IX Capo III D.Lgs. 81/08, una volta individuata la presenza di amianto, prima di intraprendere lavori di demolizione o di manutenzione è neccessario effettuare alcuni studispecialistici per determinare la presenza, la tipologia e la pericolosità delle fibre di amianto.


Attraverso i nostri specialisti assicuriamo:

  • censimento dei materiali, prelievo e caratterizzazione di campioni;
  • campionamento dell’aria in ambienti confinati con presenza di manufatti contenenti amianto,attraverso prelievi personali e prelievi ambientali;
  • analisi in laboratori certificati ai sensi del D.M. 7/7/97;
  • elaborazione di una relazione tecnica sui rischi connessi all’esposizione ad amianto con elaborazione di un programma di misure tecniche o organizzative, volte a ridurre al minimo l’esposizione e i rischi che ne conseguono;
  • assunzione di incarico di Responsabile di controllo e manutenzione amianto ai sensi del D.M. 6/9/94;                                                                    
  • elaborazione di progetti di bonifica di amianto in matrice compatta ed in matrice friabile;